Nome
Elisabetta I, regina d'Inghilterra Genere : F
Nome di nascita Elisabetta Tudor
nato il 7 settembre 1533 lug.Cal. (17 set 1533 greg.) alle 14:54 (= 14:54)
Luogo Greenwich, Inghilterra, 51n29, 0e00
Fuso orario LMT h0e (è l'ora media locale)
Fonte di dati
Citato BC/BR
Valutazione di Rodden aa
Collezionista: Harvey
Dati astrologici s_su.18.gif s_vircol.18.gif24°04' s_taucol.18.gif s_capcol.18.gif07°34 Asc. 06°04'
aggiungi la regina d'Inghilterra Elisabetta I al 'mio astro'





Regina d'Inghilterra Elisabetta I

Biografia

Realtà britannica, figlia di Enrico VIII e Anna Bolena (b.1507?). La sua nascita fu un inizio infausto poiché suo padre, il re Enrico VIII, era così sicuro che avrebbe avuto un figlio ed erede che divorziò dalla sua prima moglie e ruppe con la Chiesa d'Inghilterra per legittimare questo figlio, concepito fuori dal matrimonio. Alla fine suo padre si riconciliò con la sua piccola rossa e spinse da parte la figlia maggiore, Mary Tudor.

Elisabetta fu cresciuta in una sontuosa solitudine, circondata da servi e vedendo di rado i suoi genitori. Sua madre era ripetutamente incinta, cercando di portare un figlio per Henry e l'Inghilterra. Nel gennaio 1836 Anne abortì un figlio maschio, dopo di che Henry rifiutò di avere rapporti coniugali con lei. La accusò di adulterio con cinque uomini e la fece mettere nella torre e giustiziata il 19 maggio 1536. Dieci giorni dopo, Henry sposò Jane Seymour. Dichiarò Elisabetta bastarda e la scacciò, come aveva già fatto con Maria.

La sesta e ultima moglie di Enrico, Catherine Parr, convinse il re a riportare le sue due figlie a corte ea restituirle alla successione. Ha quindi assunto i migliori tutor disponibili per addestrare la giovane e ferocemente intelligente Elizabeth. Quando Enrico VIII morì nel 1547, gli successe il figlio di dieci anni Edoardo VI ed Elisabetta si trasferì a casa di Catherine Parr, la sua tutrice. Catherine sposò quasi immediatamente Thomas Seymour.

Seymour bramava più il potere che sua moglie, e iniziò un corteggiamento amoroso della figliastra adolescente, pensando di farla regina in modo da poter essere de facto sovrano dell'Inghilterra. La mattina entrava nel suo boudoir per darle il bacio del buongiorno e accarezzarla. Elizabeth, che aveva poca esperienza sia con gli uomini che con gli affetti, è entrata nella storia d'amore, fino a quando la sua matrigna incinta, Catherine, ha trovato i due in un abbraccio e ha agito. La storia non ci dice fino a che punto fosse progredita la relazione, ma è stato registrato che Seymour fu arrestato per tradimento e decapitato. Quando gli è stato detto, Elizabeth si è rifiutata di offrire informazioni o di mostrare alcuna reazione.

Edoardo VI morì di tubercolosi quando aveva 15 anni, 1552. Dopo un regno di nove giorni interrotto dalla protestante Lady Jane Grey, Mary Tudor fu incoronata regina Maria I. Sebbene fosse ben amata, i protestanti la guardarono con sospetto che si trasformò in disordini quando sposò il cattolico Filippo, erede al trono di Spagna e di circa 11 anni più giovane di lei. Quando i protestanti tentarono una rivolta, Maria fece arrestare Elisabetta agli arresti domiciliari e la fece rinchiudere nella Torre di Londra. In seguito le fu permesso di tornare a Hatfield.

Con il progredire del suo regno, il comportamento di Maria divenne più bizzarro. Non ha avuto il figlio maschio sperato, e il bel Filippo l'ha abbandonata. Sempre più fissata sul fanatismo religioso, iniziò a bruciare i protestanti sul rogo. A partire dal 4 febbraio 1555, fece mettere al rogo 300 martiri protestanti, ottenendo la tegola di Bloody Mary.

Con una storia di cattiva salute, era spesso malata e morì come una vecchia megera disprezzata e inaridita a 42 anni il 17 novembre 1558 OS, Londra. Quando Elizabeth ricevette la notizia, pianse, sia per la sua sorellastra che per la dura strada da percorrere.

L'Inghilterra era profondamente indebitata. Non aveva un esercito permanente, nessuna polizia e molti cortigiani corrotti. La gente era povera e l'Inghilterra non aveva un'infrastruttura per prendersi cura dei senzatetto e dei malati, un lavoro un tempo svolto dai monasteri e conventi ora chiusi. La cosa più difficile è che il paese di Elisabetta è stato violentemente diviso tra fazioni cattoliche e protestanti.

Il primo tentativo di manipolazione della giovane regina arrivò con offerte di matrimonio riccamente ornate, non importa quanto fosse inappropriato il corteggiatore. Elisabetta I non si sposò mai, ottenendo il titolo di Regina Vergine, ma si vociferava di possibilità di affari e persino di figli illegittimi. La storia non conosce lo stato della sua castità. Il suo corteggiatore preferito, forse anche l'amore della sua vita, era un uomo sposato, Robert Dudley, conte di Leicester. L'accompagnava spesso e le dava lezioni di equitazione. Lo accarezzava apertamente, chiamandolo 'dolce dolce Robin'. Più carburante fu aggiunto al mulino delle voci quando la moglie di Dudley, che era già malata, morì in una caduta molto sospetta l'8 settembre 1560. Dudley rimase al fianco di Elizabeth per 30 anni, anche tenendo stanze adiacenti alla sua nel palazzo.

Si diceva che Elisabetta fosse vanitosa e ingannevole, devotissima al suo regno e alle sue soddisfazioni. Rossa, aveva un carattere feroce. A 29 anni aveva perso i capelli quando aveva il vaiolo e da allora in poi indossava parrucche e trucco bianco. Amava i costumi stravaganti e aveva forse la migliore collezione di gioielli in Europa, con 628 pezzi nel 1587. Ogni settimana indossava scarpe nuove.

Regnò dal 1558 al 1603, ponendo su solide basi l'economia inglese, ristabilendo la chiesa anglicana e dando inizio all'impero coloniale. In materia religiosa, era libera dal fanatismo e voleva semplicemente mantenere la stabilità nel paese.

Morì il 24 marzo 1603, 02:15, Londra.

Link alla biografia di Wikipedia

Relazioni

  • rapporto di associazione con Anne Cecil, contessa di Oxford (nata il 5 dicembre 1556 Jul.Cal. (15 dic 1556 greg.)). Note: damigella d'onore
  • rapporto di associazione con de Vere, Edward 17th Earl of Oxford (nato il 12 aprile 1550 Jul.Cal. (22 aprile 1550 greg.))
  • rapporto di associazione con Devereaux, Robert (nato il 10 novembre 1566 Jul.Cal. (20 novembre 1566 greg.))
  • rapporto di amicizia con Dudley, Robert (nato il 24 giugno 1532 Jul.Cal. (4 luglio 1532 greg.)). Note: Chiudi
  • rapporto di amicizia con François, duca d'Angiò (nato il 18 marzo 1555 Jul.Cal. (28 marzo 1555 greg.)). Note: Impegnato
  • relazione figlio->genitore con Boleyn, Ann (nata il 5 maggio 1507 Jul.Cal. (15 maggio 1507 greg.))
  • rapporto figlio->genitore con Enrico VIII, re d'Inghilterra (nato il 28 giugno 1491 Jul.Cal. (7 luglio 1491 greg.))
  • relazione di fratello con Edoardo VI, re d'Inghilterra (nato il 12 ottobre 1537 Jul.Cal. (22 ottobre 1537 greg.)). Note: fratellastro
  • relazione tra fratelli con Maria, regina d'Inghilterra (nata il 18 febbraio 1516 Jul.Cal. (28 febbraio 1516 greg.))
  • (ha come) relazione protetta con Cecil, William (nato il 13 settembre 1520 luglio Cal. (23 settembre 1520 greg.))
  • ruolo svolto da/da Anderson, Judith (nato il 10 febbraio 1897). Note: Film TV 1968 'Elisabetta la Regina'
  • ruolo svolto da / da Bernhardt, Sarah (nata il 23 ottobre 1844). Note: film del 1912 'Gli amori della regina Elisabetta'
  • ruolo svolto da/da Blanchett, Cate (nato il 14 maggio 1969). Note: in 'Elizabeth' e 'Elizabeth: The Golden Age'
  • ruolo interpretato da/da Robbie, Margot (nato il 2 luglio 1990). Note: film del 2018, 'Mary Queen of Scots'

Eventi

  • Morte della Madre 19 maggio 1536 Jul.Cal. (29 maggio 1536 greg.) (Madre Anna Bolena giustiziata)
    grafico Placido Equal_H.
  • Salute : Malattia acuta 1562 (quasi morto di vaiolo)
  • Morte, Causa non specificata 24 marzo 1603 Lug.Cal. (3 aprile 1603 greg.) (Età 70)
    grafico Placido Equal_H.

Note sulla fonte

Martin Harvey in Nativitas I cita documenti latini. Data attestata da sua madre, ora fissata dal Windsor Herald in 'Cronaca d'Inghilterra', 'le tre del pomeriggio'. (7 settembre OS, 15:00 LAT)

(Jinctinus aveva un grafico copiato da Lily per le 15:39. Wynn cita Gadbury per le 14:26, pubblicato nel 1662.)